Search
  • Alessia Camoirano Bruges

La vulnerabilità è un dono

Capire, accettare le mie vulnerabilità e’ stato un dono e mostrare le mie vulnerabilità’ con l’arte, e’ stata la scoperta più’ importante della mia vita.


Perche’?


Quando ho parlato con le persone vicino a me delle mie vulnerabilità, mi sonno sentita libera, capita e meno sola.


Capire ed ammettere le mie vulnerabilità, mi permette di guardarmi dentro, inn maniera più’ profonda e capire chi sono, chi voglio essere, dove posso andare. Senza questo, rischio di rimanere ferma ad un solo punto, immobile.

Questo, mi aiuta a crescere.


Sapere cosa mi rende vulnerabile e ammetterlo, mi aiuta perché’ sono in grado di capire cosa devo fare per non ferirmi. Mi aiuta a capire quando qualcuno vuole manipolarmi e posso proteggermi. Sapere le mie vulnerabilità, mi aiuta ad amarmi e accettarmi, connettermi con me stessa e gli altri, senza maschere.


Con l’arte, spesso parlo delle mie vulnerabilità, di come mi aiutano, di come posso superare determinate situazioni. Non ho paura di mostrarlo al mondo e so che qualcuno leggendo le mie vulnerabilità, potrà sentirsi meno solo.


Ci insegnano che la vulnerabilità’ e’ un peso, dobbiamo essere perfetti ad ogni costo, dobbiamo essere continuamente attenti e forti. No

n mostrare ciò’ che proviamo, ciò che ci spaventa, le nostre insicurezze. Siamo forti, non abbiamo bisogno di niente e di nessuno, riusciamo a fare qualsiasi cosa, sempre.


Ma non e’ cosi.


Questo modo di pensare ha automaticamente creato un mondo dove le persone non hanno spazi e voce per esprimere le loro vulnerabilità, bisogni, emozioni. Vittime del perfezionismo, di noi stessi, degli occhi degli altri.


Quando nascondiamo al mondo le nostre vulnerabilità, nascondiamo una grande ed importante parte di noi stessi.


Dr Margaret Rutherford sostiene che sapere cosa ci rende vulnerabili ci fa più forti (se lo sai, puoi accettarlo e lavorare su quelle vulnerabilità).


Lavorare alle nostre vulnerabilità non per dimostrare agli altri che siamo invincibili, ma per stare meglio con noi stessi. Siamo esseri complessi e sapere cosa ci rende vulnerabili, dove siamo vulnerabili, e’ una strada lunga, certe volte dolorosa, che richiede coraggio e onesta’. Ma i risultati, porteranno ad una conoscenza più’ profonda del nostro essere.


Mostrare le nostre vulnerabilità con gli altri, ad esempio partner, ci aiuta a comunicare meglio, a capire l’altra persona e i suoi bisogni e motivi per comportarsi in determinati modi.


E se, alla fine, qualcuno usa le vostre vulnerabilità contro di voi, allora siete con le persone sbagliate, ed ammetterlo, e’ crescere.

0 views

©2020 by Alessia Camoirano Bruges. 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now